Rassegna stampa 9 luglio: tensioni sulla giustizia, Draghi vuole unità. Pandemia, resta l’allerta e salgono i contagi. Haiti senza pace!

Il tema in apertura sui maggiori quotidiani, in questo venerdì 9 luglio, riguarda l’approvazione all’unanimità del Consiglio dei ministri inerente la proposta di Marta Cartabia. Draghi vuole unità e salva la riforma. Conte frena, l’accordo non convince l’ex Premier. “Alta tensione sulla giustizia” titola Corriere della Sera. La Stampa sottolinea “l’Italia volta pagina“.

Spazio anche ad Haiti, che non trova pace dopo l’assassinio del presidente Jovenel Moise. La polizia haitiana, ha ucciso in uno scontro a fuoco quattro uomini sospettati dell’omicidio (Corriere). Sul fronte pandemico è sempre allerta. Il Messaggero sottolinea l’aumento dei contagi. Sono 1394 in più i contagiati in Italia, nelle ultime 24 ore. Numeri per il momento sotto controllo, ma vietati passi falsi. La Variante Delta spaventa e rischia di dilagare.

Per quanto riguarda i giornali sportivi, gli occhi sono tutti puntati alla finale degli Europei di domenica contro l’Inghilterra. La Gazzetta dello Sport rilancia in apertura le parole dell’ex ct Antonio Conte: “Senza paura. L’Italia sa fare tutto, siamo i più completi”. Ampio spazio, su Corriere dello Sport, anche alla designazione arbitrale per la finale. Sarà l’olandese Kuipers a dirigere il match

Tuttosport invece dedica spazio a Mourinho, dopo la presentazione di ieri al Campidoglio come nuovo allenatore della Roma: “Mou sei sempre tu”. Il quotidiano torinese ha inoltre intervistato Adriano Panatta per presentare la semifinale di Wimbledon odierna tra Matteo Berrettini e il polacco Hurkacz. Con una vittoria, Berrettini diventerebbe il primo italiano della storia in finale nello Slam più importante.

 

 

Le prime pagine: