Rassegna stampa 16 luglio: green pass, alluvioni in Germania e mali di governo

Nessun tema predominante sulle prime pagine dei giornali di venerdì 16 luglio. Il Corriere della Sera intitola “Un decreto per il green pass”, insistendo sulle discussioni e sui provvedimenti futuri del governo per rendere il green pass obbligatorio per più attività, sulle orme del modello francese di Emmanuel Macron. “La strage del clima” è invece il titolo con cui apre Repubblica, riferendosi alle alluvioni che stanno devastando la Germania in questi giorni. Un tema ripreso anche dalla prima pagina de La Stampa in foto-notizia: “Germania anno zero”.

Il Fatto Quotidiano apre con la riforma della giustizia del ministro Marta Cartabia etichettandola come un “liberi tutti”. Libero si preoccupa per il presidente del Consiglio Mario Draghi, a suo dire preda di “avvoltoi in volo”, mentre il Giornale torna a parlare del Ddl Zan: “Ora Letta prepara la ritirata”. Un altro argomento del giorno è l’accordo firmato dal Parlamento per continuare a finanziare la Guardia Costiera Libica per il respingimento dei migranti. Se ne occupano in particolar modo il Manifesto, “Omissione all’estero”, e Avvenire, “Libia il sì sbagliato”. Il Messaggero apre con la ristrutturazione di Alitalia: “Alitalia cambia nome e riparte”, una scelta condivisa anche dal quotidiano economico Sole 24 Ore: “La nuova Alitalia parte più leggera”

Quotidiani sportivi di oggi dedicati in prima pagina al tema Juventus. Gazzetta dello Sport titola “CR7, arrivo e resto”. Il portoghese dunque, è vicino alla permanenza in Italia, dopo le numerose voci di un possibile trasferimento all’estero. Corriere dello Sport, in apertura, si focalizza sul ritorno di Massimiliano Allegri. Il tecnico toscano ha già riportato l’entusiasmo giusto nello spogliatoio. Spazio anche al Napoli, arrivato a Dimaro per il ritiro di inizio stagione e al ritorno in campo di Nicolò Zaniolo, nell’amichevole tra Roma e Montecatini, terminata 10-0 in favore dei giallorossi. Su Tuttosport copertina dedicata a Federico Chiesa. Sono tanti i club internazionali interessati all’acquisto dell’esterno classe ‘97. La Juventus ha intenzione di blindarlo e non prendere in considerazione nessuna offerta.