Rassegna stampa 30 luglio: Draghi e l’accordo con i 5 Stelle. Olimpiadi, è oro nel canottaggio con la coppia Rodini-Cesarini, argento negli 800 per Paltrinieri!

L’accordo sulla riforma della giustizia del ministro Marta Cartabia monopolizza le prime pagine dei giornali di venerdì 30 luglio. “Giustizia, trovato l’accordo”, titola il Corriere della Sera. “Sul filo della crisi”, aggiunge Repubblica. Il Consiglio dei Ministri è durato molte ore, prima che il Movimento 5 Stelle, in disaccordo su alcuni punti, trovasse un compromesso con le altre forze e anime della maggioranza di governo. “Conte limita i danni. Cartabia cede”, apre così il Fatto Quotidiano.

Le interpretazioni variano di quotidiano in quotidiano: “Draghi cancella Bonafede”, sceglie Libero. Una visione a cui si avvicina anche La Stampa: “Giustizia, Draghi convince i 5 Stelle”. Più salomonico Avvenire: “Compromesso salva tutti”. La mediazione definitiva prevede che per alcuni tipi di reati, dalla mafia al terrorismo passando per la violenza sessuale, non vengano ridotte le durate dei processi attraverso il meccanismo dell’improcedibilità, cuore di questa riforma.

Quotidiani sportivi dedicati a Tokyo2020. In apertura su Gazzetta dello Sport, il trionfo nel canottaggio di Valentina Rodini e Federica Cesarini. “E la barca va”. Storico oro nel doppio pesi leggeri, bronzo nel maschile per la coppia Oppo-Ruta. Spazio anche per Gregorio Paltrinieri, su Tuttosport con l’argento negli 800 stile libero. “Sono un supereroe” ha commentato al termine della prova l’atleta, che solo poche settimane fa aveva dovuto interrompere gli allenamenti a causa della mononucleosi. Corriere dello Sport dedica a José Mourinho i titoli di apertura. La sua Roma prende forma e piace ai tifosi. In taglio basso il caso Insigne-Napoli, il rinnovo ancora non è arrivato.

 

Le prime pagine: