Rassegna stampa 16 settembre: arriva il super Green pass per i lavoratori, che beffa in Champions League

Oggi, 16 settembre, arriva il decreto governativo sul super green pass. Lavoratori sia pubblici che privati dovranno dotarsi della certificazione verde per accedere nei luoghi di lavoro. I giornali cavalcano la questione. “Lavoro solo con il green pass”, riassume alla perfezione il Corriere della Sera. Repubblica al suo titolo aggiunge un elemento in più: “Green Pass, è battaglia sui tamponi gratuiti”. Per chi non è vaccinato, e può dotarsi del green pass solo in caso di tampone negativo, non è ancora chiaro chi debba sostenere i costi. “Al lavoro con l’obbligo di Green Pass, chi rifiuta rischia la sospensione”, scrive La Stampa. I sindacati hanno ottenuto la garanzia di non licenziare i lavoratori senza certificazione, ma dopo cinque giorni di assenza non ci sarà più giustificazione per i renitenti. “La resa dei sindacati” secondo il Giornale.

Il Sole 24 Ore si occupa sempre del rapporto datori-dipendenti, ma sotto un altro punto di vista, quello dello “Smart Working, patto individuale”. Il quotidiano economico preannuncia un Dpcm che renderà ordinaria la presenza negli uffici e che il cosiddetto “lavoro agile” dipenderà da un accordo tra le aziende con i singoli lavoratori.

Tempo di Champions League invece sui giornali sportivi. Inter e Milan sono state sconfitte al loro esordio nei big match contro Real Madrid e Liverpool. Partite perse per motivi diversi, ma che lasciano un eguale ed enorme rammarico per entrambe le milanesi. “Così fa male”, recita la Gazzetta dello Sport. L’Inter è stata sconfitta 0-1 nel finale dopo aver sprecato molte occasioni, mentre i rossoneri vincevano all’intervallo e sono stati rimontati nel secondo tempo. Per il Corriere dello Sport così è una “Beffa doppia”.

Le prime pagine: