Rassegna 7 ottobre: continuano le tensioni tra Draghi e Salvini, Italia fuori dalla Nations League

Le tensioni all’interno della maggioranza, tra il presidente del Consiglio Mario Draghi e il segretario della Lega Matteo Salvini, animano le prime pagine dei quotidiani di giovedì 7 ottobre. “Salvini sbatte su Draghi”, titola Repubblica. Fa eco La Stampa: “Draghi, uno schiaffo a Salvini”. Dopo la decisione di quest’ultimo di non far partecipare i ministri leghisti al CdM che ha approvato il disegno di legge sulla delega fiscale, Draghi ha puntualizzato: “Il governo va avanti, non segue il calendario elettorale”. Su questa linea si colloca il titolo del Messaggero: “Tensione Lega, Draghi va avanti”. Smentita, inoltre, l’ipotesi, di un aumento delle tasse sulle case. “Draghi: nessuna patrimoniale”, è l’apertura del Corriere della Sera.

Tengono banco anche le alleanze per i ballottaggi delle elezioni amministrative, in particolar modo a Roma. Il Fatto Quotidiano scrive: “Letta imbarca Calenda e Renzi. Conte dice no”. Il leader di Azione, pur non stipulando alcun accordo ufficiale con Roberto Gualtieri, candidato del Partito Democratico al Campidoglio, ha già annunciato il suo voto per lui al ballottaggio, preferendolo al candidato della coalizione di centro-destra, Enrico Michetti. La promessa di Gualtieri è stata l’assenza di esponenti del Movimento 5 Stelle nella prossima giunta.

Prime pagine dei principali quotidiani sportivi dedicati alla sconfitta in Nations League per 2-1, della Nazionale di Roberto Mancini contro lo Spagna. “I campioni restiamo noi”, titola Gazzetta della Sport, in riferimento al successo di Euro2020. Corriere dello sport apre con “Grazie Italia”, prima sconfitta degli Azzurri dopo 37 partite. Tuttosport sottolinea l’espulsione di Bonucci, un rosso che ha indirizzato la gara a favore della squadra di Luis Enrique. Mancini: “Una leggerezza quella di Leo, ma l’abbiamo pagata cara”. Questa sera a Torino l’altra semifinale, Francia-Belgio.