Rassegna stampa 9 settembre: Covid-19, casi in aumento, terza dose anche per i più giovani. Caro energia, imprese in ginocchio!

Stretta sui cortei no Pass (Corriere). Il tema Covid-19 domina ancora sulle prime pagine dei quotidiani, anche in questo martedì 9 novembre. Allarme anche all’estero, mai così tanti casi di positività in Germania. L’Ema accelera sull’uso della pillola antivirale. Figliulo: terza dose in arrivo anche per i più giovani (La Stampa). A Torino un padre No-Vax minaccia il figlio: “Se ti vaccini, spacco tutto“. In Italia, nelle ultime 24 ore, 4197 nuovi casi di Coronavirus, 32 le vittime. Tasso di positività all’1,7% (Sole 24 ore).

Caro energia, imprese in ginocchio (Repubblica). I prezzi delle materie prime rincarano. Conseguenze pesante per numerose aziende e ricaduta sui bilanci. Il piano del governo contro il caro energia: pronti 6 miliardi di euro. Draghi, serve una scossa immediata. “Prigioniero del governo“, titola in apertura Il Giornale. Troppi i nodi da risolvere e ritorna in campo il nome di Silvio Berlusconi. “Resti a Palazzo Chigi almeno fino al 2023“.

Sport: “Sempre più Milan”, rossoneri mai partiti in campionato così bene, come in questa stagione. Lippi: “Una squadra da titolo, bravo Pioli” (Gazzetta). Su Corriere dello Sport, spazio anche al mancato rinnovo, sempre più chiacchierato, di Lorenzo Insigne. Il capitano ormai è un caso, i tifosi chiedono la firma. Duello sul mercato, tra Roma e Juventus su Tuttosport, con Mourinho che a gennaio avrà bisogno di rinforzi, così come Allegri. Piace a entrambi i club, il 24enne svizzero Zakaria.

 

 

 

 

Le prime pagine: