Rassegna stampa 11 novembre: via libera alla terza dose dai 40 anni. Lamorgese firma la direttiva sui cortei no-pass!

Sì alla terza dose dai 40 anni“. Il tema vaccino, in prima pagina sui principali quotidiani, anche in questo giovedì 11 novembre. Dal primo dicembre, nel nostro Paese, saranno chiamati per la terza dose anche coloro che hanno tra i 40 e i 60 anni (Corriere). Il ministro Speranza annuncia così il richiamo anti-Covid per 15 milioni di cittadini (Repubblica). Draghi, il coraggio delle riforme contro il rischio del non governo. Lamorgese firma la direttiva, in vigore le nuove regole sui cortei no pass (La Stampa).

Coronavirus: casi in netto aumento nel nostro Paese. Nelle ultime 24 ore in Italia, sono stati rilevati 7.891 casi positivi da coronavirus e 60 vittime. La percentuale di positivi è all’1,6%.  I decessi totali, arrivano così a 132.551. Il numero dei positivi dall’inizio della pandemia, compresi morti e guariti, sale a 4.826.738. I guariti sono 4.591.328. Le persone in terapia intensiva sono 423 (Sky Tg24- Sole 24 Ore). La regione che registra più casi resta la Lombardia con 1.073.

Sport: spazio sui quotidiani sportivialla Nazionale di Roberto Mancini, domani in campo contro la Svizzera. Gara valida per la qualificazione al Mondiale di Qatar 2022. Locatelli e Jorginho guideranno il centrocampo (Gazzetta). Su Corriere dello Sport le prime parole di Shevchenko, nuovo allenatore del Genoa: “L’Italia è casa mia, grazie a tutti di essere qui“. Su Tuttosport, il calciomercato di A, con Alvarez e Ortega nomi caldi per Juventus e Torino. Attenzione a Milan e Inter alla ricerca di qualche occasione.

 

Le prime pagine: