Rassegna stampa 22 novembre: l’offerta per Tim e le elezioni (forse) anticipate, si vota nel 2022?

Prime pagine varie, con qualche somiglianza, per i quotidiani di lunedì 22 novembre. Corriere della Sera e Repubblica danno molto spazio all’interesse mostrato e all’offerta dal fondo Kkr per l’acquisto del pacchetto azionario di Tim. “Opa amichevole di Kkr su Tim. Il governo: pronti a intervenire”, dice in spalla il Corriere. Titolone per Repubblica: “Tim, l’Opa del fondo Kkr. I paletti di Draghi sulla rete”. Il presidente del Consiglio vorrebbe raccomandazioni sulla diffusione della banda larga e sull’occupazione.

Qualche titolo lo offrono anche le parole di un ex premier, Matteo Renzi, intervenuto alla Leopolda, l’annuale manifestazione organizzata dal leader di Italia Viva e dai suoi sostenitori. “Attenti, tra poco si vota”, apre Libero riprendendo delle parole di Renzi sul possibile anticipo di un anno delle elezioni politiche. Questo sarebbe il desiderio della maggior parte dei leader di partito.

Tiene sempre banco il Covid. Se il Corriere della Sera offre spazio alle proteste dei no-vax in Europa, La Stampa riporta il parere dell’Aifa sulla possibilità di istituire l’obbligo vaccinale. Ma ci sono anche titolazioni polemiche, come quelle solite de La Verità: “Arriva la gabbia per i non vaccinati”, in riferimento al super Green Pass che l’esecutivo sta per varare. Preoccupato, invece, il Giornale: “L’Europa rischia 500mila vittime”, riprendendo un rapporto dell’Oms.

Le pagine sportive si concentrano sul ritorno della Serie A, soprattutto sulla vittoria dell’Inter in casa contro il Napoli, che ha riportato i nerazzurri a soli 4 punti dalla vetta: “Arriva l’Inter” per la Gazzetta dello Sport, per il Corriere dello Sport: “Inter, si ricomincia”. Ovviamente ieri è stato anche il giorno della fine delle Atp Finals, con la prima edizione disputata al Pala Alpitour di Torino. “Grazie Torino”, recita in taglio alto La Stampa, riprendendo le parole di Zverev dopo la vittoria in finale su Medvedev. Un grazie esteso però anche alla città, capace di ospitare nel migliore dei modi un evento internazionale.